I saldi rilanciano l’economia?

Non si riesce nemmeno a camminare, come l’anno scorso e due anni fa. Il primo giorno dei saldi invernali, nel centro città di Genova, è un successone assoluto di pubblico, ma anche se

non mancano gli affari, di pacchi e sacchetti tra le mani non se ne vedono tanti. Tra via XX Settembre, i portici di piazza Colombo, via Colombo, via San Vincenzo e via Galata, si fa fatica a passeggiare sul marciapiede. In alcuni punti di via XX Settembre (davanti a “Zara” vi è la coda), l’assalto genera delle persone che camminano in mezzo alla strada, creando rischi e disagi al traffico.
Non si registra questo assalto alla Fiumara a Sampierdarena (look nuovo, tutto bianco all’interno, ancora tutta illuminata per ben benino), dove il parcheggio è pieno addirittura fino al quinto piano (lavori nel primo piano), quindi buona folle all’Aquilone a Bolzaneto e al Mirto a Marassi. Scarseggia il pubblico al Terminal Traghetti a Dinegro, mentre sono stati pochi i genovesi a recarsi all’Outlet di Serravalle, a Mondovicino nel cuneense con lo scenario delle Alpi imbiancate e a Brugnato. Ottimo l’afflusso di pubblico in cerca degli sconti anche nei caruggi genovesi tra via San Luca, via Cairoli, via del Campo e via Lomellini, bene anche via Sestri, la tradizionale via dello shopping ponentino, e persino nei budelli di Arenzano ed Alassio nel savonese.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.