Non tutti sono andati in crisi per il COVID

Una saracinesca di un bar in via Tullio Molteni a Genova Sampierdarena: chiuso

Basta piangersi addosso! I veri sconfitti di questa pandemia, dal punto di vista economico, sono “solo” le partite iva, gli autonomi, gli artigiani, i commercianti in generale

(una gran parte di loro), gli stagionali… Una bella fetta di lavoratori italiani, certo, ma non sono la maggioranza. E non dimentichiamo l’assistenzialismo bello e buono dello stato, che ha distribuito a manca e a destra 600 euro al mese per marzo (anche se quasi la metà non sono ancora arrivati, a dire il vero…). Infatti, andiamo a vedere con ordine le categorie toccate.

Chi il COVID19 non ha toccato, lasciando intatti i propri guadagni:

tutti i pensionati

tutti gli statali (nel mondo della scuola ed università, nei comuni, Regioni, città metropolitani ed enti statali e subaffini) o para statali

le forze dell’ordine

il personale medico, infermieristico

la quasi totalità del mondo dei trasporti

i panifici

i negozi alimentari

le edicole

i tabacchini

i negozi di cura del corpo

i meccanici, i carrozzieri, i gommisti, gli elettrauto

i ferramenta

Chi il Covid19 ha fatto incrementare i guadagni:

i super mercati

le farmacie

i venditori di materiale disinfettante

Alcuni imprenditori nel mondo alimentare (in particolare della farina, lievito, materiale di pulizia, proprietarie di catene alimentari).

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.