Ansaldo Energia, dall'Asia alla borsa?

Anche Ansaldo Energia pensa alla quotazione in borsa

Brusco stop nelle trattative tra Ansaldo Energia e un gigante sud coreano, in compenso si punta dritto alla quotazione in borsa. Più volte annunciata, l'intesa con i coreani

di Doosan pareva soltanto posticipata, dopo il passaggio dell'azienda genovese da Finmeccanica alla Cassa Deposito e Prestiti. 
Adesso sembra profilarsi un'altra strategia che vedrebbe l'azienda genovese quotata in Borsa, prima di qualsiasi alleanza industriale. L'idea della Borsa, già seguita per Ansaldo Sts, potrebbe così riproporsi ora per l'Energia, azienda sana (meglio, risanata dopo dieci anni di cura-Zampini) e capace di reggere al confronto con i giganti del settore, che nel frattempo ha cambiato azionista. 
L'idea della quotazione in Borsa, d'altra parte, è nella linea di Cassa Depositi e Prestiti che cerca di valorizzare le proprie partecipazioni privilegiando dove possibile la "Ipo". Adesso potrebbe essere la volta di Ansaldo Energia, come avrebbe voluto tempo fa l'allora presidente di Finmeccanica Pierfrancesco Guarguaglini e come non sarebbe dispiaciuto allo stesso Pansa.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.