Ilva, irrompe la Regione

La Regione Liguria cerca di mediare sull'Ilva

Il presidente della Liguria Claudio Burlando interviene in prima persona sul caso Ilva. Al Governatore, infatti, è sempre stata a cuore la sorte dei lavoratori del complesso

di Genova Cornigliano che ad ora si trovano in difficoltà. "I numeri dell'accordo di programma siglati nell'aprile 2005 sono scesi parecchio e quindi già questo basterebbe a rivedere l'accordo - spiega a denti stretti l'ex Ministro dei Trasporti -  Ma se trovassero conferma le voci di nuovi esuberi, allora sarebbe ancor più urgente intervenire". 
Tutte le parti su un aspetto concordano. Sul futuro dell'acciaio genovese e non solo tocca al governo di Enrico Letta, attaccato su più fronti in queste ultime settimane (non ultimo il neosegretario del Pd, Matteo Renzi,  pronunciarsi. Ma è giusto rivendicare che quelle aree vengano riutilizzate perché il numero degli occupati è già sceso dal 2005 ad oggi, da 2.200 a 1.750 circa. I soggetti con cui riflettere, aggiunge Burlando, ci sono. Da quelli che si erano sentiti dire no dai Riva, Ansaldo Energia e Malacalza, ad altri, come la Demont. Ma ci sono anche gli operatori del porto, sempre a caccia di spazi e altre industrie, italiane e straniere.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.