6,4 milioni di euro dati alla Ericsson

6,4 milioni di euro a Ericsson da parte dell’Unione Europea, a cui si aggiungono 300mila euro di un pacchetto di fondi europei e nazionali, per un totale di 6,7 milioni

di euro incassati dal 2007 ad oggi. Lo ha fatto sapere la Commissione Europea a Bruxelles, in Belgio, in risposta ad un’interrogazione presentata lo scorso ottobre con la quale l’europarlamentare Tiziana Beghin (MoVimento 5 Stelle) chiedeva di riferire l’esatto ammontare dei fondi europei diretti e indiretti ottenuti da Ericsson nell’ultimo decennio.

“Ora è ufficiale: Ericsson ha incassato quasi 7 milioni di euro dall’Europa, senza contare i fondi nazionali, restituendo al territorio ligure solo le briciole o, peggio, procedure di esubero e licenziamenti – sottolinea la stessa Beghin – Una condotta inaccettabile, soprattutto se consideriamo che i fondi europei nascono e sono erogati con l’obiettivo preciso di promuovere l’occupazione in Europa. Genova, invece, è l’esempio lampante di come i fondi siano stati utilizzati solo per arricchire le casse della multinazionale svedese, senza alcun beneficio concreto per i lavoratori, che si ritrovano a fare i conti da anni con una procedura d’esubero tra le più pesanti a livello nazionale e senza alcuna certezza sul loro futuro e su quello delle proprie famiglie.”

Quest’interrogazione dimostra, secondo molti, in maniera chiara e inequivocabile, come i grandi colossi sfruttino le risorse comunitarie per fare i propri comodi, in una logica di mero profitto in cui i lavoratori diventano semplici. Alla luce anche di queste nuove rivelazioni, i lavoratori meritano al più presto risposte puntuali e garanzie sul proprio futuro.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.