Treni liguri, ritardi continui

La stazione di FInale Ligure nel savonese

"Il caos continuo dei treni nella nostra regione ha delle radici profonde – attacca Alice Salvatore, candidata alle regionali per il Buonsenso - Innanzitutto l'amministrazione

di centrodestra ha stipulato un contratto capestro con Trenitalia, che ora gli impedisce di adeguare il servizio alle esigenze dell'emergenza sanitaria coronavirus e della crescente domanda di spostamento dei cittadini. Adesso, con le condizioni stipulate, è molto difficile fare qualcosa e la palla passa puntualmente al Governo, il quale tarda a rispondere e il governatore non vede meglio che utilizzare questa scusa per non fare nulla.

Ma in realtà le soluzioni, che si potrebbero applicare rapidamente, ci sono, ma è la regione che non vuole risolvere per motivazioni puramente politiche, per dare la colpa all'esecutivo.

La Regione ha la piena possibilità di organizzarsi con gli enti locali e le aziende municipalizzate sparse sul territorio per assumere immediatamente più autisti per gli autobus e migliorare drasticamente il traffico cittadino. Lavoro simile si potrebbe fare con i pullman, forniti da Trenitalia, che potrebbero essere aumentati senza particolare sforzo e immessi nella circolazione  con tempi rapidissimi.

Le soluzioni esistono, sono anche relativamente facili. Ma è l'amministrazione che preferisce incancrenire la situazione dei trasporti Liguri per motivazioni di lotta politica, e a farne le spese 
sono ovviamente i cittadini.

Ci fosse il Buonsenso al governo della Regione, senza bisogno di combattere questo o quell'avversario o preferire soluzioni puntualmente private, avremmo già utilizzato le competenze regionali e gli strumenti necessari per immettere autobus e pullman oltre a prevedere un piano rapido di aumento dei treni."

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.