Per Banca Carige serve un piano industriale?

La situazione di Banca Carige è forse il principale elemento di preoccupazione per l’economia genovese e ligure. L’incertezza su una soluzione che garantisca una prospettiva all’Istituto

rende questa vicenda sempre più complessa.  

Le istituzioni a tutti i livelli - locale e nazionale – devono assumere un ruolo attivo che, ai semplici proclami a favore della ‘banca del territorio’, sostituisca un lavoro concreto, per evidenziare quali opportunità di investimento possa offrire il sistema che, fino a oggi, ha avuto in Carige il principale punto di riferimento finanziario.

 

 

E’ necessario un grande sforzo collettivo, che anteponga gli interessi del territorio, dei risparmiatori e dei lavoratori a quelli di una politica in permanente campagna elettorale. Il Partito Democratico è disponibile a fare la sua parte, ma per fare questo è necessario che, anche a livello territoriale, venga garantito un confronto reale che, al momento, non c’è e che, invece, andrebbe avviato subito. 

La soluzione industriale resta l’obiettivo prioritario e crediamo che anche l’eventuale intervento pubblico, nella circostanza in cui diventasse inevitabile, debba essere finalizzato al raggiungimento di questo traguardo, garantendo risparmiatori e lavoratori.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.