Il Secolo XIX in ginocchio, sciopera

Ieri ha scioperato l’unico quotidiano ligure rimasto a galla dopo la scomparsa del “Corriere Mercantile” nel 2015, il “Secolo XIX”. Oggi tocca alla “Repubblica”. Il gruppo regionale

del Pd osserva: <Solidarietà ai poligrafici del “Secolo XIX” colpiti dal pesante piano di riorganizzazione del Gruppo Gedi che conta 120 esuberi a livello nazionale, di cui ben 27 in Liguria e nello specifico 24 a Genova e 3 nelle altre province, su un totale di 38 persone che oggi lavorano sul nostro territorio. Un colpo molto duro inferto a una storica testata come il Secolo XIX, dopo che già 5 anni fa, nel 2014, la chiusura del centro stampa di San Biagio aveva portato al licenziamento di 49 persone. Dopo anni di sacrifici e contratti di solidarietà adesso Gedi ha deciso di mandare a casa altri 27 lavoratori liguri.

La Regione deve mobilitarsi immediatamente per chiedere al Gruppo editoriale di tornare sui propri passi. Oltre al problema occupazionale, che è assolutamente il più urgente, questa decisione di Gedi penalizza fortemente il sistema dell’informazione in Liguria, depotenziando una quotidiano storico e con radici profonde come il Secolo XIX.

Il Gruppo del Pd è vicino a tutta la redazione e ai poligrafici – oggi il giornale non era in edicola proprio per protestare contro questo piano – e chiede un intervento al presidente della Giunta ligure Toti.>.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.