Carige, a fine anno scade il commissariamento

Nessuna buona novella in casa Banca Carige, l’istituto creditizio dei genovesi. A fine anno, infatti, scade il commissariamento e i tre commissari se ne andranno a casa non li sarà

dato nessun ulteriore incarico.  Questo, dopo aver firmato l'accordo sindacale per le uscite dei dipendenti così, i "cocci" saranno di chi subentra, attaccano i sindacati in maniera quasi del tutto unitaria.
Nel frattempo è tutto pronto per il maxi-aumento di capitale da 700 milioni di euro di Banca Carige.
Una volta completato l’aumento di capitale, Banca Carige vedrà come azionista di controllo il FITD, con una quota compresa tra il 73% e l’82%. Secondo azionista sarà Cassa Centrale Banca (CCB) con una quota del 9%, ma con il diritto di acquistare tutte le azioni del FITD e di salire quindi ad una quota compresa tra l’82% e il 91%. Gli attuali azionisti deterranno una quota compresa tra il 9% e il 19%.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.