Addio Gallanti, ex numero 1 del porto genovese

Giuliano Gallanti

Con la morte di Giuliano Gallanti Genova perde non solo un importante amministratore, ma anche un grande protagonista della storia della sinistra genovese e ligure (vetero comunista

da sempre, molto più a sinistra di Aldo Spinelli e del suo predecessore Luigi Merlo). Stimato e valente avvocato, classe 1940, Gallanti è stato un uomo del Partito Comunista Italiano fino alla svolta della Bolognina (quella di Achille Occhetto), dopo la quale è confluito nel PDS. È stato consigliere regionale per due legislature tra le fila del PCI e del PDS (dal 1985 al 1995), vicepresidente della Giunta ligure con delega all’Ambiente e presidente del Consiglio regionale. Dal 1996, per otto anni, è stato presidente dell’Autorità portuale di Genova e poi ha ricoperto il medesimo incarico a Livorno, diventando anche presidenti dei porti europei.

Gallanti è stato un politico vero ed esperto di economia marittima, ma soprattutto un uomo delle istituzioni. Un esperto di porto che alla guida dell’Autorità portuale ha dovuto confrontarsi con situazioni difficili e un mondo complesso, quello delle banchine, che proprio in quel periodo stava cambiando radicalmente.

 

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.