Gnv vola in Cina per affari

Non nei cantieri italiani, ma in quelli più economici cinesi, dove la manodopera costa meno di due terzi. Ma la qualità? Grandi Navi Veloci (Gnv), società del gruppo Msc, ha annunciato la firma di un

importante accordo a Pechino, capitale dell’impero giallo, con i cantieri GSI, per la costruzione di nuove unità adibite sia al trasporto passeggeri che a quello merci. Il contratto prevede la fornitura di quattro navi, di cui due destinate alla compagnia Gnv del Gruppo Msc e due alle compagnie che fanno capo a Vincenzo Onorato (Moby e Tirrenia). Insomma un impegno che conferma il continuo impegno di Gnv “a investire - come sottolinea la compagnia - in innovazione tecnologica, per offrire ai propri clienti un servizio affidabile, confortevole e moderno”.

I traghetti avranno una capacità di 3765 metri lineari (mezzi su gomma), servizi di bordo tra cui ristorante, self service, bar, oltre 536 cabine per ospitare fino a 2500 passeggeri e l’equipaggio.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.