Un 2019 da urlo per il porto genovese

Erano numeri scontati, almeno sul fronte dei turisti, bastava osservare le carovane di turisti che uscivano ordinati in fila come dei birilli sotto le bandierine blu della Msc. Per quanto

riguarda i croceristi (meno per i traffici marittimi visti i problemi di trasporto legati al Morandi ed alle Autostrade da ottobre in poi) il 2019 è stato un anno iper brillante per quanto riguarda il porto di Genova.
Sono numeri importanti quelli che accompagnano il record storico con 1.350.000 crocieristi accolti nei terminal di Stazioni Marittime, in crescita del 33% rispetto all'anno precedente e le previsioni per il 2020 parlano di un ulteriore incremento fino 1.400.000. Sono aumentati, come detto in anteprima, i passeggeri dei traghetti, arrivati a quota 2.170.000, 89 mila in più del 2018, grazie alla crescita dei viaggiatori sulle linee per la Sardegna, mentre sono diminuiti sulle rotte per Palermo, il Nord Africa e la Corsica. In tutto fra traghetti e crociere, il numero totale di passeggeri è salito a oltre 3,5 milioni, pari a un incremento di 427 mila unità. Per le crociere, primo posto per Msc Crociere che ha trasportato 1.100.000 passeggeri nel porto di Genova, con 203 toccate nave e nel 2020 porterà sotto la Lanterna anche la nuova nave Msc Virtuosa. Al secondo posto la Costa Crociere con 41 toccate per un totale di 178 mila passeggeri. Terza la compagnia a stelle e strisce della Princess Cruises, specializzata nei Caraibi, le coste brasiliane e l’Australia) con 10 toccate e circa 28 mila passeggeri. La compagnia americana Disney Cruise Line, con 3 scali ha portato circa 7.500 passeggeri. Il 2019 ha registrato in tutto 281 toccate nave con esattamente 1.349.370 crocieristi.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.