Porti Genova-Savona: aprile da profondo rosso

Il porto di Vado Ligure, a Savona

Profondo rosso, come un famoso film di qualche decennio fa. Azzerato il dato dei turisti e calo del 15.8% dei traffico container: sono i numeri di aprile per il sistema portale

di Genova, Savona e Vado Ligure.

La movimentazione commerciale complessiva ha chiuso a 3.825.856 tonnellate, il 31% in meno rispetto ad aprile 2019, una riduzione che ha interessato tutte le tipologie di traffico dai container alle rinfuse che chiudono con una contrazione superiore al 45%. Aprile, il primo mese totalmente incluso nel lockdown, registra i pesanti effetti dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19 sugli scali che sono però "in linea con le aspettative - sottolinea l'Autorità di sistema portuale del Mar ligure Occidentale - E se il primo trimestre 2020 per la merce containerizzata si era chiuso ancora in positivo (grazie al buon andamento dei primi due mesi dell'anno), il quadrimestre fa registrare un valore negativo -1,8% per un totale di 855.955 teu.
Per quanto riguarda i passeggeri (o turisti) il calo nei primi quattro mesi, che scontano solo nella seconda parte il lockdown è del 57%. Il traffico passeggeri da crociera ha riportato una flessione del 99,3% rispetto ad aprile scorso, con 1.494 passeggeri sbarcati a Genova dalla Costa Deliziosa di ritorno dal giro del mondo - sottolinea l'analisi dell'Adsp - mentre il traffico passeggeri ferry, limitato a pochi servizi, ha registrato un calo del 96,4%, con soli 3.725 passeggeri.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.