Una Savona – Torino da potenziare

La stazione ferroviaria di Finale Ligure, in provincia di Savona

Importante audizione, questa mattina in IV Commissione, con il Comune di Savona, l'Autorità portuale e l'Unione degli industriali di Savona sul tema della mobilità ferroviaria

nel Ponente savonese, con particolare attenzione al potenziamento della Savona-Torino. 

"L'annuncio della prima nave per la piattaforma Maersk, fissata per il 12 dicembre 2019, pone l'accento sulla necessità sempre più vitale di mettere mano al potenziamento ferroviario della Savona-Torino - dichiara il consigliere regionale Andrea Melis -. Occorre dunque da parte di tutti un impegno concreto per arrivare a una visione d'insieme su tutta la linea: oltre al potenziamento, vanno affrontate le non poche problematiche relative alle gallerie, agli armamenti e al sistema di segnalamenti ferroviari necessari per rendere l'infrastruttura rispondente alle crescenti esigenze della portualità savonese". 

"Il traffico merci che si verrà a creare con la piattaforma Maersk, da e per il porto di Savona, impone di prevedere soluzioni che possano ovviare alle mancanze dell'attuale sistema infrastrutturale; stride peraltro la poca attenzione rivolta al traffico merci su rotaia anche nell'Accordo di programma con cui si diede il via alla piattaforma vadese. In quest'ottica, vanno inoltre trovate soluzioni per migliorare l'utilizzo dello scalo ferroviario del Parco Doria di Savona". 

"In IV Commissione, dunque, si è condiviso il percorso di predisporre un atto di risoluzione che possa essere approvato a nome di tutta la Commissione consiliare per promuovere l'impegno della Giunta regionale e arrivare a uno studio di fattibilità da inserire nel contratto di programma RFI".

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.