TPL Linea dichiara guerra all'evasione

SAVONA. TPL Linea srl dichiara guerra all’evasione e annuncia un inasprimento delle sanzioni per quanti saranno sorpresi senza titolo di viaggio. Una decisione dell’azienda

di trasporto pubblico savonese in relazione alla continua presenza dei “furbetti” sprovvisti di regolare biglietto.

 

Dal 15 giugno, infatti, le sanzioni pagate a bordo saranno più salate: 40 euro, anziché i 30 euro di oggi. L’inasprimento delle multe arriva in concomitanza con l’estate, quando si registra un fisiologico incremento dell’evasione.

 

Il presidente di TPL Linea srl Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso dichiarano: “L’attività di verifica dei titoli di viaggio sarà ancora implementata anche a seguito dei controlli disposti per le regole anti-Covid sui nostri bus, questo sia nelle ore diurne quanto in quelle serali. Speriamo possa essere un utile deterrente. L’evasione, infatti, rappresenta un grave danno per la nostra azienda e vogliamo lanciare una dura lotta contro questo fenomeno, anche nel rispetto di quanti pagano regolarmente il biglietto”.

 

L’azienda di trasporto pubblico savonese ha intenzione di esporre all’interno dei bus un apposito manifesto ricordando le sanzioni a cui passeggeri potrebbero andare incontro. Una vera e propria campagna con l’obiettivo di sensibilizzare tutta l’utenza, giovani e meno giovani.

 

Altra criticità rimane il pagamento delle multe da parte degli utenti indisciplinati: su questo fronte TPL Linea srl ha avviato una collaborazione con l’Agenzia delle Entrate per la riscossione delle sanzioni, al fine di recuperare il credito in maniera seria e incisiva: trascorsi tutti i termini per il pagamento, le sanzioni vengono inviate alla stessa Agenzia delle Entrate che provvederà alla procedura di recupero coattivo del credito.

 

Ecco l’attuale sistema sanzionatorio di TPL Linea srl:

 

Per l’utente sprovvisto di titolo di viaggio oltre al pagamento di 40 euro a bordo del bus:

Pagamento in misura minima (entro 5 gg lavorativi): 60,00 € + prezzo del biglietto;

Pagamento in misura ridotta (entro 60 gg dalla contestazione):  93,00 € + prezzo del biglietto + spese amministrative;

Pagamento oltre i 60 giorni: 280,00 € + prezzo del biglietto + spese amministrative.

 

Per l’utente sorpreso con un titolo di viaggio contraffatto:

Pagamento immediato all’agente accertante: 140,00 € + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto;

Pagamento in misura minima (entro 5 gg lavorativi): 140,00 € + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto;

Pagamento in misura ridotta (entro 60 gg dalla contestazione): 163,33 € + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative;

Pagamento oltre i 60 giorni: 490,00 € + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative.

 

Nel caso la violazione sia compiuta da un minore di anni 18 o da persona incapace, è consentito il pagamento dello stesso importo previsto per il trasgressore che provvede a pagare direttamente nelle mani dell’agente accertante (40 euro oppure 140 euro), agli esercenti la patria potestà genitoriale o a chi è tenuto alla sorveglianza, entro il giorno successivo non festivo dalla data di notifica del processo verbale di contestazione.

 

Il passeggero che, al momento del controllo non abbia con se l’abbonamento regolarmente acquistato ed obliterato per il mese in corso o la tessera personale, ha 5 giorni di tempo per regolarizzare la propria posizione presentando presso le biglietterie aziendali il valido titolo di viaggio o la tessera – mancanti al momento della verifica – e pagando il doppio del prezzo del biglietto previsto.

 

Se la stessa violazione viene commessa più volte negli ultimi 5 anni, la sanzione salirà al massimo previsto dalla legge, vale a dire:

280,00 € + prezzo del biglietto + spese amministrative, nel caso di mancanza di biglietto;

490,00 € + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative, nel caso di alterazione o contraffazione.

 

La reiterazione opera solo nel caso in cui le precedenti sanzioni non siano state pagate entro 60 giorni.

 

I pagamenti delle sanzioni possono essere effettuati: agli sportelli delle biglietterie aziendali di Piazza Aldo Moro 17100 Savona (orario: nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 7:15 alle ore 17:30, il sabato dalle 7:15 alle 13:00); via delle Medaglie d’Oro 47/49-17031 Albenga (orario: nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle ore 13.45 alle ore 16.00); a mezzo di vaglia postale indirizzato a: TPL Linea S.r.l. Via Valletta S. Cristoforo 3R, 17100 Savona, riportando il numero di verbale; tramite versamento sul c/c postale n. 2545623 intestato a TPL Linea S.r.l. riportando il numero del verbale.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.