I cittadini: indennizzo per i lavori al ponte A12

Il ponte sul torrente Bisagno, all'altezza di Ponte Carrega

Un importante passo avanti è stato compiuto per dotare di uno strumento di tutela i cittadini che saranno interferiti in maniera diretta o indiretta dai lavori di messa in sicurezza

del viadotto autostradale che attraversa la Valbisagno, il ponte della A12 che collega le gallerie Monte Quezzi e Monte Veilino, lavori che saranno effettuati da Aspi. Case e famiglie che devono essere trasferite o che subiranno i disagi del cantiere hanno diritto a un indennizzo che ora possono chiedere ad Aspi, grazie all’emendamento votato ieri all’unanimità in Consiglio. L’emendamento prevede l’ampliamento del potere d’azione del PRIS (Programma Regionale di Intervento Strategico), che ora include anche le manutenzioni straordinarie laddove ci sia pericolo per l’incolumità delle persone direttamente interferite dal cantiere, per lavori con importi superiori ai 4,5 milioni di euro e della durata superiore ad un anno. L’emendamento nasce dalla collaborazione trasversale di diversi gruppi politici. Un buon lavoro di squadra reso possibile dal ruolo di impulso di comitati e Municipio e alla grande attenzione che rivolgono sul territorio.

liguriaeconomy.it   |   © 2012 DP Media - p.i. 01962480990   |   contattaci   |   privacy & cookies

Le foto presenti su liguriaeconomy.it sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero
contrari alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.