Banner Content

A seguito della grande e partecipata manifestazione del comparto mense e pulizie scolastiche e aziendali di questa mattina, la Filcams Cgil ha chiesto ed ottenuto un ordine

del giorno del Consiglio Regionale, approvato all’unanimità, a favore di lavoratrici e lavoratori del settore. 

“Il Consiglio Regionale ha richiesto, su proposta della Filcams Cgil, la prosecuzione dell’ammortizzatore sociale FIS e della cassa in deroga fino a settembre, lo sblocco dei 15 milioni di euro giacenti nel bilancio della Regione Liguria per la cassa in deroga e, non ultimo, la messa a disposizione per il comparto degli appalti scolastici con sospensione estiva dei Fondi Europei per garantire a queste lavoratrici e lavoratori un concreto sostegno economico che la Filcams ha proposto sia di 500 euro per 3 mesi – si legge nel comunicato stampa della Filcams Cgil Genova e Liguria -. Nel primo pomeriggio l’assessore regionale Berrino ha confermato  ai manifestanti che i fondi europei ancora a disposizione ammontano a 21 milioni di euro, più eventuali 15 milioni per pagamento della cassa in deroga bloccati dal 2016, e ha dichiarato, a fronte delle richieste precise effettuate dalla Filcams, che il comparto degli appalti scolastici è certamente tra quelli destinatari in via prioritaria. L’assessore ha garantito che la settimana prossima verrà convocata dal Presidente Toti una cabina di regia con le confederazioni sindacali per quantificare e verificare le modalità di sostegno al reddito da destinare a questa categoria di lavoratori. Nel frattempo, continua la mobilitazione Cgil a sostegno della vertenza regionale e nazionale”.