lunedì, Ottobre 25, 2021
Porti italiani in rosso per il Covid19

Non si scopre nulla di che. Eppure fa sempre notizia. Uno studio pubblicato recentemente e che riguarda l’andamento dei traffici nel primo semestre 2020 nei vari porti evidenzia una situazione terribile, con saldi negativi in tutti i settori. Nel secondo trimestre dell’anno in corso si sono perse milioni di tonnellate di merce, tra rinfuse liquide e solide, centinaia di migliaia di contenitori, milioni di passeggeri e milioni di crocieristi.

Un profondo rosso generalizzato da nord a sud e dal Tirreno all’Adriatico, che la dice lunga su come il Covid-19 stia falcidiando non solo le vite umane, ma la stessa economia del nostro Paese. In tutti i porti italiani è quasi impossibile trovare un settore che nei primi sei mesi del 2020 ha fatto registrare numeri positivi. In una classifica nemmeno troppo virtuale delle cosiddette maglie nere, Palermo e gli altri tre porti ad esso collegati hanno il primato della perdita per quanto concerne le rinfuse liquide, che hanno registrato un calo del 52%.

LIGURIAECONOMY TV

Intervista al presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini

Intervista all’imprenditore Sebastiano Gattorno

Intervista al direttore generale di Spediporto Giampaolo Botta