Gruppo Fos, il consiglio di amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale

Il Consiglio di Amministrazione di Fos Spa – PMI genovese di consulenza e ricerca tecnologica, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la pubblica amministrazione, quotata sul mercato Euronext Growth Milan – riunitosi in data odierna in audio conferenza ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022, sottoposta volontariamente a revisione contabile limitata.

Gli Amministratori Delegati Enrico Botte e Matteo Pedrelli, hanno dichiarato: “Siamo molto soddisfatti dei risultati del primo semestre 2022 che evidenziano un’azienda innovativa proiettata al futuro con solide basi economiche e finanziarie in un periodo caratterizzato da grandi incertezze e turbolenze nel mondo e sui mercati. Continua il nostro percorso di crescita con l’acquisizione di NAeS che ci proietta sul mercato lombardo e il consolidamento di InRebus sul territorio piemontese. Siamo riusciti a realizzare una buona crescita organica in un contesto generale di significativa criticità nel reperimento di risorse tecniche. I costanti investimenti sui giovani dell’Academy aziendale e nelle attività di Ricerca e Sviluppo ci permettono di affrontare con forza il presente e guardare con ottimismo al futuro”.

I risultati economico-finanziari consolidati al 30 giugno 2022

Il bilancio consolidato è stato redatto sulla base dei bilanci d’esercizio chiusi al 30 giugno 2022 dall’Emittente, nonché dalle altre società del gruppo rientranti nel perimetro di consolidamento, quali T&G Technology and Groupware S.r.l., FOS Greentech S.r.l., InRebus Technologies S.r.l. e la controllata lituana UAB Gruppo FOS Lithuania. Si segnala che la società Piano Green S.r.l. non risulta più nel perimetro di consolidamento a seguito dell’operazione comunicata in data 20 giugno 2022, per i cui dettagli si rinvia al relativo comunicato stampa.

Nel corso del primo semestre 2022 il Gruppo ha generato un Valore della produzione pari ad Euro 9,4 milioni (Euro 8,6 milioni al 30 giugno 2021), in aumento del 10% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Tale crescita è riconducibile principalmente ad un rafforzamento del posizionamento e all’ampliamento della base clienti, in particolare sulla linea Information Technology, all’ampliamento dei servizi erogati in modalità SaaS e outsourcing IT, alla crescita dei ricavi in ambito Digital Learning e all’aggiudicazione di importanti progetti di Ricerca e Sviluppo.

Il Valore della Produzione pro-forma del Gruppo, calcolato considerando interamente l’effetto dell’acquisizione di NAeS Solutions S.r.l. formalizzata in data 26 settembre 2022, si attesta a 12,8 milioni di Euro, in crescita del 49% rispetto al dato del primo semestre 2021.

Dati che includono l’apporto della società neo-acquisita NAeS Solutions S.r.l.. Si specifica che i dati pro-forma non sono soggetti a revisione contabile

L’Ebitda al 30 giugno 2022 è stato pari a 1,6 milioni di Euro e ha registrato una crescita del 7% rispetto a 1,5 milioni di Euro al 30 giugno 2021. Tale crescita è stata possibile grazie ai fattori distintivi dell’offerta aziendale legati al posizionamento geografico, alla fidelizzazione del cliente, alla capacità di integrazione dell’offerta e al focus sulla marginalità La capacità di ricerca e innovazione, diffusa su tutte le linee di ricavo, consente di mantenere profittevole nel tempo l’offerta di servizi commerciali.

L’Ebitda pro-forma del Gruppo, si attesta a 2,3 milioni di Euro, in crescita del 48% rispetto al dato del primo semestre 2021.

L’Ebit al 30 giugno 2022 è stato pari a 1,0 milioni di Euro, in crescita rispetto agli 0,8 milioni di Euro del precedente periodo di riferimento, mentre l’Ebt nel primo semestre 2022 è stato pari a 1,0 milioni di Euro, rispetto a 0,7 milioni di Euro al 30 giugno 2021.

Il Risultato Netto di Gruppo è stato pari a 0,6 milioni di Euro, in crescita del +9% rispetto a 0,5 milioni di Euro circa al 30 giugno 2021.

Il Patrimonio Netto di Gruppo risulta di 9,9 milioni di Euro, in crescita del 5%, rispetto al 31 dicembre 2021 (9,4 milioni di Euro), principalmente per effetto del positivo risultato conseguito nel semestre.

La Posizione Finanziaria Netta consolidata al 30 giugno 2022 è cash positive per 1,5 milioni di Euro, (cash positive per 1,7 milioni di Euro al 31 dicembre 2021). Tale variazione è, in parte, influenzata dall’impatto dell’attività di buy-back svolta nel periodo di riferimento e, in parte, dall’esborso relativo al trasferimento nella nuova sede, per complessivi 0,3 milioni di Euro.

Aggiungendo alla cassa del Gruppo le disponibilità liquide della società neo-acquisita, NAeS Solutions S.r.l., pari a 1,0 milioni di Euro – dato presentato al netto delle disponibilità liquide eccedenti utilizzate per la distribuzione, nel luglio 2022, di un dividendo ai soci venditori -, le disponibilità liquide di Gruppo pro-forma al 30 giugno 2022 risultano pari a 8,8 milioni di Euro (8,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2021) e la Posizione Finanziaria Netta pro-forma che ne deriva è cash positive per 2,5 milioni di Euro (+42% rispetto al 31 dicembre 2021).

Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del periodo di riferimento

Nell’ambito del piano strategico di potenziamento delle attività di formazione e di recruiting, che prevede un maggiore coinvolgimento nelle attività degli ITS – Accademie Digitali Liguri, Piemontesi e Campane e delle facoltà tecniche delle Università di Genova, Torino, Napoli, Bolzano e Benevento, nel mese di luglio 2022, è stato sottoscritto un accordo per la costituzione dell’Istituto Tecnico Superiore (UTS) con sede a Benevento, con Fos S.p.A. in qualità di socio fondatore. Si segnala, inoltre, che è altresì proseguito il potenziamento del team dedicato all’Academy aziendale.

Il 27 luglio 2022 l’Emittente ha sottoscritto un contratto quadro avente a oggetto l’acquisizione dell’intero capitale sociale della società NAeS Solutions S.r.l., il cui perfezionamento è avvenuto in data 26 settembre 2022. La società acquisita è un System Integrator specializzato nella consulenza, progettazione e realizzazione di Data Center e di Sistemi di Networking e Building Automation con sede in Lainate (MI). Il prezzo per il 100% della società acquisita è stato determinato dalle parti, in Euro 4,2 milioni circa, al netto degli eventuali earn out previsti nell’accordo quadro. L’operazione è stata finanziata tramite mezzi propri ed in parte è stata supportata da Banco BPM attraverso la concessione di un finanziamento bancario a medio-lungo termine per Euro 2,5 milioni. Alla data del closing, FOS ha corrisposto ai venditori un importo corrispondente al 65% del prezzo, di cui Euro 2,3 milioni in denaro ed Euro 0,4 milioni mediante il trasferimento di n. 122.250 azioni proprie FOS. La restante parte di prezzo, di Euro 1,5 milioni circa, pari al 35% del prezzo pattuito, verrà corrisposto da FOS ai venditori in denaro mediante pagamento in 3 (tre) rate annuali di egual importo con decorrenza dal primo anniversario della data del closing. L’accordo quadro prevede anche specifiche clausole con riferimento ad un eventuale earn-out, ai sensi delle quali, in aggiunta al prezzo, FOS riconoscerà ai venditori fino a un massimo di 3 (tre) ulteriori porzioni di prezzo variabile, per un massimo di Euro 2,1 milioni circa, da corrispondersi in denaro annualmente in 3 (tre) rate di egual misura al raggiungimento di determinati obiettivi legati ai valori di EBITDA di NAeS con riferimento agli esercizi 2022, 2023 e 2024, rispetto al valore dell’EBITDA della società nel 2021. Al fine di concorrere il più possibile alla crescita di NAeS, e mostrando fiducia nella crescita del Gruppo FOS, inoltre l’accordo quadro prevede che i soci venditori continuino a svolgere, all’interno della stessa, una funzione strategico – direzionale anche successivamente al closing dell’operazione.

Evoluzione prevedibile della gestione

La lenta uscita dalla pandemia, che pur con effetti più contenuti continua ad essere presente a livello globale, l’incremento dei prezzi e la carenza delle materie prime nonché il perdurare del conflitto militare in Ucraina, rendono particolarmente incerta l’evoluzione dell’economia a livello mondiale.

Sebbene il clima generale sia legato a fattori non prevedibili, le prospettive per il settore tecnologico restano ancora favorevoli, grazie alla forte spinta alla digitalizzazione sostenuta da specifici investimenti nei piani governativi, quali il PNRR, e al crescente utilizzo delle tecnologie digitali, anche in situazioni di conflitto.

Riteniamo comunque che la crescente incertezza dello scenario globale non abbia impatto nel breve periodo sugli obiettivi del Gruppo, il quale continua il percorso di crescita orientato al miglioramento del proprio posizionamento sul mercato, all’incremento delle competenze e dell’offerta tecnologica, all’espansione dei presidi commerciali, alla crescita del fatturato organico, nonché alla crescita per linee esterne, al continuo miglioramento del risultato economico e della solidità della posizione finanziaria e patrimoniale.

Particolare enfasi sarà data sempre più al rendere evidenti, utilizzate e misurabili le pratiche ESG (sostenibilità sociale e ambientale) – già nel DNA aziendale – nell’ottica di uno sviluppo sostenibile del business in grado di creare valore per tutte le categorie di portatori di interesse cui il Gruppo si rivolge e con i quali entra in contatto nello svolgimento della propria attività.

LIGURIAECONOMY TV

Intervista a Saverio Zavaglia ceo Overform

Intervista all’imprenditore Sebastiano Gattorno

Intervista a presidente e direttore generale di Spediporto