‘Sali a bordo del futuro’, parte da Genova il tour Enel che parla di elettrificazione

È stata presentata questa mattina presso l’Acquario di Genova la nuova iniziativa Enel “Sali a Bordo del Futuro”, un tour che toccherà diverse città italiane per parlare di elettrificazione dei porti e delle marine, valorizzando il loro ruolo strategico nella transizione ecologica delle città.

ll trasporto marittimo, sebbene sia il metodo di trasporto più efficiente in termini di energia ed emissioni per quantità di carico trasportato, è anch’esso responsabile di emissioni di gas ad effetto serra, in particolare nella fase di sosta. Per questo motivo, il porto del futuro deve essere sostenibile, innovativo e a basse emissioni, coniugando l’efficientamento energetico dei buildings, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e delle pompe di calore, con la decarbonizzazione ed elettrificazione dei porti, migliorando la qualità della vita della comunità urbana in cui l’area portuale si inserisce.

“Il tour ‘Sali a Bordo del Futuro’ è stato pensato da Enel non solo per parlare di mobilità elettrica in mare, ma soprattutto di mobilità elettrica integrata, perché porti e città sono due facce della stessa medaglia e la decarbonizzazione del trasporto marittimo dev’essere integrata con il trasporto a terra – ha spiegato Nicola Lanzetta, Direttore Italia di Enel. In ogni città valorizzeremo, quindi, l’ecosistema di soluzioni pensate da Enel per accompagnare le pubbliche amministrazioni e gli utenti finali nel percorso di elettrificazione e coinvolgeremo la cittadinanza in attività educative e laboratori, per far toccare con mano l’importanza della sostenibilità e dell’economia circolare”.

“L’elettrificazione del trasporto marittimo e dei porti è un passaggio necessario per dare un’ulteriore spinta al processo di transizione energetica in atto in altri settori industriali. – ha detto Sonia Sandei, Vice Presidente di Confindustria Genova e Responsabile Elettrificazione Enel Italia – In particolare, la nautica elettrica non è solo una scelta vincente in termini di riduzione di emissioni, ma anche un’opportunità di innovazione e di crescita industriale per l’intero comparto marittimo e la filiera italiana, nonché un fattore di competitività per i porti”.

“In questa fase di ripartenza della nostra regione e del nostro paese – ha aggiunto il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – la transizione ecologica deve necessariamente passare attraverso l’elettrificazione dei porti e dei terminal, la decarbonizzazione della logistica e l’economia circolare. Una tappa fondamentale non solo per ridurre le emissioni in uno dei settori che è responsabile del 2,5% delle emissioni globali di gas serra ma anche per accelerare la crescita del business per il comparto marittimo, soprattutto in termini di cantieristica green. Oggi ci troviamo ad una svolta storica della nostra economia, dove non si può non cogliere l’opportunità che sta arrivando dal PNRR, una fase in cui però non è possibile lasciare indietro la transizione ecologica e le sue opportunità”.

“Siamo felici che Enel abbia scelto di partire da Genova con questo importante progetto che toccherà varie città italiane – ha concluso Mario Mascia, Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Genova. Il nostro è un grande porto che ha l’ambizione di diventare in breve tempo completamente ecosostenibile. L’elettrificazione delle banchine e la mobilità elettrica integrata sono un passaggio fondamentale per rafforzare il legame fra area portuale e area urbana, sviluppare filiere legate alla sostenibilità e confermare Genova città leader nella blue economy”.

Per raccontare i suoi progetti di elettrificazione, circolarità e sostenibilità Enel ha avviato una collaborazione con il Gruppo Garbage, che da anni si occupa di servizi ecologici portuali, marittimi e terrestri. L’Azienda ha messo a disposizione E-Pelikan, un’imbarcazione full electric che seguirà ogni tappa del tour effettuando un servizio di gestione e recupero delle plastiche nello specchio acqueo portuale. L’imbarcazione potrà ricaricarsi grazie alle infrastrutture Enel X Way – la società del Gruppo dedicata alla mobilità elettrica – e rappresenterà un modello di transizione ecologica attraverso l’elettrificazione dei porti e delle banchine.

“Da oltre 60 anni – ha dichiarato Paolo Balboni, CEO di Garbage Group – ci occupiamo di disinquinamento del mare. Con questa nuova imbarcazione full electric abbiamo sviluppato un sistema unico: il “Sistema Pelikan” che permette di raccogliere ogni genere di rifiuti in mare in particolare la plastica che, grazie al riciclo, può essere recuperata sia dal punto di vista materico che energetico. Inoltre, il battello è dotato di droni, row sottomarini e sonde al fine di ricercare e monitorare i rifiuti e la conseguente qualità delle acque in cui naviga”.

“L’adesione alla tappa iniziale del tour Enel si inserisce nel nostro impegno per la sostenibilità – commenta Beppe Costa, Presidente di Costa Edutainment. Siamo felici di ospitare la presentazione di un progetto che ha a cuore la tutela del mare attraverso l’elettrificazione dei porti e lo sviluppo di una mobilità marina più sostenibile. La salvaguardia degli ambienti acquatici è infatti l’obiettivo del lavoro quotidiano dei nostri biologi, ricercatori e veterinari attraverso la ricerca, la conservazione e la divulgazione che riguarda anche il tema dell’eccessiva presenza di plastica nell’ambiente marino.”

Domani, 5 ottobre, la tappa genovese si concluderà con attività educative pensate per i bambini delle scuole elementari. Le plastiche raccolte in mare da E-Pelikan si trasformeranno in opere d’arte grazie a un laboratorio di riciclo creativo. Il tour proseguirà nelle successive tappe in giro per l’Italia sul Lago di Como, a Venezia Certosa, Gaeta e Ancona.

LIGURIAECONOMY TV

Intervista a Saverio Zavaglia ceo Overform

Intervista all’imprenditore Sebastiano Gattorno

Intervista a presidente e direttore generale di Spediporto